In occasione della conferenza “Irrigation advances in fruit and vegetable sector” all’interno di MacFrut, durante la quale si parlerà del progetto
IRRI-TECH, cerchiamo di spiegare perchè i DSS siano diventati il tema principale nell’Agricoltura Digitale.

Che cos’è un DSS?

La sigla DSS sta per Decision Support System ed identifica tutti i sistemi informatici che si propongono il fine di essere di supporto alle decisioni, o meglio, di aumentare l’efficacia dell’analisi strategica finalizzata alla risoluzione di problematiche complesse, grazie alle informazioni aggiuntive fornite dal software. Il DSS ha il compito di raccogliere una serie di informazioni utili ala risoluzione del problema e di elaborarle, fornendo all’utente la necessaria base di conoscenza per prendere una decisione.La caratteristica peculiare di questi sistemi è quella di fornire uniformazione veloce e sicura (grazie al controllo qualità sui dati in ingresso) ed, inoltre, di indicare l’efficacia e l’efficienza di un’azione in corso.

Da quando sono comparsi i primi prototipi, il loro utilizzo si è espanso a macchia d’olio coinvolgendo all’inizio principalmente i settori di economia e finanza (dove venivano principalmente utilizzati per l’ottimizzazione del capitale investito o per l’elaborazione di dati sui clienti ), per poi arrivare anche a settori molti differenti come sanità o trasporti.

 

 

Come possono migliorare la vita in campo?

L’utilizzo di DSS in Agricoltura è un fenomeno a cui stiamo assistendo da pochi anni, ma che ha fatto da apripista all’integrazione tra mondo dell’informatica e mondo agricolo. I DSS si configurano come veri e propri ecosistemi: ogni dato rilevato dal sistema si “relaziona” con gli altri, entrando a far parte di un complesso eterogeneo di dati che va a comporre l’informazione finale in mano all’utente. Pensiamo a quanto potrebbero essere più performanti i prodotti finali se riuscissimo a sapere in ogni momento, qual è non solo lo stato di salute della pianta, ma dell’intero sistema in cui sta crescendo, dalle condizioni del meteo a quelle del suolo, e a correggere le nostre azioni di conseguenza. Questo è solo uno dei vantaggi del “dialogo” con la pianta.

Ma non solo: non dobbiamo dimenticare che stiamo assistendo ad uno degli andamenti climatici più anomali degli ultimi anni. Con l’alternarsi di gelate e siccità, è ormai diventato imperativo essere in grado di prevedere il comportamento delle colture in relazione ad ogni scenario e di agire tempestivamente per arginare i possibili danni.

In altre parole, i DSS stanno rendendo via via le colture più resilienti e le nostre azioni più intelligenti.

 

 

A questo è dedicato il progetto IRRI-TECH A smart DSS for sustainable irrigation management di cui si parlerà Venerdì 11 Maggio, in occasione della Conferenza “Irrigation advances in fruit and vegetable sector” per MACFRUT