[:it]

Cantine due Palme, una delle più grandi e note realtà vitivinicola pugliese, nata nel 1989 a Cellino San Marco dalle mani di Angelo Maci, continuando una lunga dinastia di vignaioli. Ad oggi Cantine Due Palme conta 1000 soci conferitori e 2500 ettari di vigneti, dislocati tra Brindisi, Taranto e Lecce. Cantine due Palme, ha abbracciato la tecnologia Bluleaf® sin dalla fase di sperimentazione.

Qui le parole di Nicola Scarano, Direttore Agronomico Cantine Due Palme:

 

“La conduzione del ciclo colturale della vite da vino è un processo estremamente difficile da gestire in quanto si porta dietro complessità intrinseche delle arboree con irrigazione localizzata in subirrigazione e ancor più destinate ad un processo di trasformazione che impone il raggiungimento di standard di qualità elevati in termini di gradi brix necessari per ottenere il tasso alcolico desiderato. Inoltre il retaggio culturale del luogo e l’empirismo suggeriscono di non irrigare troppo la vite in modo da mantenere uno stato di “stress idrico moderato” finalizzato al raggiungimento degli standard qualitativi più elevati. Bluleaf ® mi ha fatto capire che potevo modificare la mia strategia irrigua portandomi ad irrigare più frequentemente e con piccole quantità in modo da aumentare l’efficienza dell’acqua. Grazie a questo ho ottenuto dei risultati molto interessanti sui lotti sottoposti a sperimentazione: produzione +5% e grado brix +1% con un ottimo fattore di colorazione del vino.

[:en]

Cantine due Palme is one of the main important and famous company in Italian viticulture. Born in 1989 in Cellino San Marco (Lecce) thanks to Angelo Maci, Cantine due Palme counts nowadays more than 1000 associates and 2500 ha of grapevine crops  located among Brindisi,  Taranto and Lecce. The company started use Bluleaf® since the trial process. Here the witness of Nicola Scarano, Cantina due Palme agronomist :

“The conduct of the growing cycle of grapevine is an extremely difficult process to manage because it carries the inherent complexity of trees with drip irrigation in sub-irrigation. This is a process of transformation, which requires the achievement of high quality standards in terms of brix degrees necessary to achieve the desired alcohol content. In addition, the cultural heritage of the place and the empiricism suggest not irrigating the screw too much to maintain a state of “moderate water stress” in pursuit of quality standards. Bluleaf made me realize that I could change my irrigation strategy bringing to flush more frequently and with small quantities to increase the efficiency of the water.

Thanks to this, I got some very interesting results on the tested lots: production + 5% and + 1% brix with a great wine coloring factor.

 

[:]